Seraglio Point, Sultanahmet
İstanbul

Centro amministrativo dell’Impero Ottomano tra il 1465 e il 1853, il Palazzo del Topkaki fu costruito su ordine del sultano Mehmed II e rappresenta uno degli edifici più rilevanti dell’architettura turca. Qui, in un labirinto di edifici uniti da cortili e giardini, soggiornarono e governarono i sultani e la loro corte dal XV al XIX secolo.

Il palazzo ha una superficie di 700.000 metri quadrati, è diviso in quattro corti dove potrai visitare le stalle reali, le stanze degli eunuchi bianchi, la biblioteca di Ahmed III e l’Harem, una cittadella dove vivevano le mogli, le concubine e i figli del sultano.
Le stanze del tesoro imperiale conservano oggetti di lusso, regali di ambasciatori stranieri, bottini di guerra ed eredità; tra i pezzi più rilevanti, il trono di Ahmed I e il pugnale più caro del mondo, fatto di diamanti, oro, smeraldi e altre pietre preziose. Inoltre, qui si trova anche il terzo diamante più grande del mondo.
Oggi nelle cucine si trovano le collezioni imperiali di porcellane cinesi, cristallo e argento, mentre il Mantello Sacro custodisce le reliquie del Profeta Maometto, riportate a Istanbul con la conquista turca.

Di grande interesse è anche un’antica chiesa cristiana che venne inglobata nel palazzo senza essere distrutta.

Guida di Istanbul | Edifici storici ad Istanbul

Scrivi

La tua email non sarà pubblicata