Hippodromen, Sultanahmet
İstanbul

Allo scopo di superare l’eleganza e la bellezza del tempio cristiano di Santa Sofia, nel XVII secolo il Sultano Ahmet ordinò la costruzione dell’impressionante Moschea Blu, eretta sul luogo dove esisteva l’antico ippodromo romano, vicinissima alla Basilica di Santa Sofia e al Palazzo Topkapi.

Il suo nome deriva dal colore delle maioliche di Iznik che decorano le pareti, le colonne e gli archi; inoltre, la luce che penetra dalle 260 finestre conferisce al tempio un fascino e un’atmosfera surreale.

La Moschea Blu, il cui nome ufficiale è Sultan Ahmet Camii, è una delle più grandi moschee della città ed ha ben cinque porte e sei minareti. Oltre alle splendide maioliche, al suo interno potrai ammirare laboriose iscrizioni arabe e le magnifiche colonne in marmo. Il complesso ospita anche una matrasa e un negozio di prodotti artigianali; inoltre, potrai visitare anche la sala imperiale e il mirhab, che custodisce un pezzo di pietra nera della Mecca.

È possibile visitare la Moschea Blu tutti i giorni ed è chiusa solo durante l’orario riservato alla preghiera, mentre d’estate si può assistere anche ad uno spettacolo di suoni e luci.

Guida di Istanbul | Edifici storici ad Istanbul

Scrivi

La tua email non sarà pubblicata