Offerte voli economici Bangkok

Aeroporto e trasporti extraurbani

Dall’Italia, il modo più comune per raggiungere Bangkok è in aereo. Il principale aeroporto della città è il Nuovo Aeroporto di Bangkok, conosciuto anche come Aeroporto Suvarnabhumi, terra dorata, dove troviamo uno dei terminali più grandi e la torre di controllo più alta del mondo.

Da questo aeroporto, inaugurato a settembre 2006, cinque strade raggiungono la circonvallazione di Bangkok e il tragitto si può effettuare sia in taxi che in autobus o con un’auto a noleggio. La durata del viaggio è di circa 50 minuti.

Tutti gli autobus che portano a Bangkok partono dal Transport Center, collegato con i terminal dell’aeroporto da una navetta gratuita. Il servizio di bus Airport Express raggiunge i principali hotel di Bangkok. Inoltre, nel 2008 è previsto il lancio di una linea ferroviaria ad alta velocità che collegherà l’aeroporto di Bangkok con la città in solo 15 minuti.

L’antico aeroporto internazionale di Bangkok, conosciuto come Don Muang, era stato inizialmente chiuso dopo l’inaugurazione del nuovo aeroporto. Tuttavia, per il gran numero di voli, è stato necessario riaprirlo. Oggi, l’aeroporto Don Muang è dedicato ai collegamenti interni. Da qui si parte, quindi, per raggiungere altre città della Thailandia, come Chiang Mai e Phuket.

Da Don Muang, situato 20 km a nord di Bangkok, si possono raggiungere in autobus i principali hotel e le stazioni ferroviarie di Bangkok, oltre al Palazzo Reale. A 500 metri dal terminal arrivi troviamo una stazione ferroviaria, che collega l’aeroporto sia con Bangkok che con altre città della Thailandia.

Il porto di Bangkok è il più importante della Thailandia e diverse linee di traghetti lo collegano con altre regioni del paese e con le isole. Per girare la Thailandia partendo da Bangkok esistono poi varie linee ferroviarie e di pullman.

Bangkok è, normalmente, il punto di arrivo dei viaggi in Thailandia, e da qui si raggiungono facilmente tutte le località turistiche, da Sukhothai (prima capitale dell’antica Thailandia, che era chiamata Siam) alle isole di Phuket, Ko Chang e Ko Samui fino alle località marine della penisola thailandese, come Hua Hin, Krabi e Pattaya.

Trasporti pubblici

Anticamente i tutti i trasporti urbani di Bangkok erano effettuati in traghetto attraverso i canali (khong). Oggi, per i canali circolano solo alcune imbarcazioni-taxi. La più importante compagnia di “taxi acquatici” è la Chao Phraya Express Boat, che permette di viaggiare sul fiume.

Tra i mezzi di trasporto pubblico di Bangkok troviamo lo Skytrain, un treno che viaggia sopraelevato. Inaugurato nel 1999, lo Skytrain, conosciuto popolarmente come BLS, dispone di due linee che attraversano tutta la città.

La metropolitana di Bangkok è ancora più recente: è stata inaugurata nel luglio 2004. L’attuale linea della metropolitana unisce la stazione ferroviaria di Bang Sue, a nord di Bangkok, con Hua Lamphong, in centro. La metropolitana copre le zone della città non raggiunte dallo Skytrain, con il quale ha un collegamento diretto in tre delle sue 18 stazioni.

La compagnia che gestisce la rete di autobus urbani si chiama Bangkok Mass Transit Authority. Esistono differenti tipi di autobus, di diverso prezzo, con e senza aria condizionata, e c’è anche un servizio di autobus notturni.

La maggior parte dei turisti a Bangkok circolano però in taxi o con i
tuk tuk, veicoli aperti a tre ruote con una capacità di tre passeggeri.
Se prendi un taxi, assicurati che il tassametro sia in funzionamento,
e, se il taxi non ne dispone, dovrai pagare in anticipo. I tuk tuk sono
i mezzi più veloci per tragitti brevi. Sono popolari anche i moto-taxi,
che possono muoversi agevolmente nel caotico traffico cittadino.

Scrivi

La tua email non sarà pubblicata