Patio de Banderas s/n
Sevilla

L’Alcazar di Siviglia si trova di fronte alla Cattedrale ed è stato riconosciuto dall’UNESCO come Patrimonio Mondiale dell’Umanità.
Le sue origini risalgono al lontano 913 d.C., quando il primo Califfo dell’Andalusia, Abd al-Rahman III, fece costruire un palazzo sui resti di antiche mura romane e visigote.

Nei secoli successivi, l’Alcazar, il cui nome ufficiale è El Real Alcazar de Sevilla, è stato più volte modificato e al suo interno sono stati costruiti diversi palazzi. Le modifiche e le aggiunte più importanti sono state effettuate nel periodo cristiano, con gli interventi di Pietro I di Castiglia, detto Pietro il Crudele, che costruì il proprio palazzo in stile mudejar, con elementi cristiani e arabi, e le modifiche in stile gotico di Carlo V che contrastano con l’ambiente arabeggiante del complesso.

Di notevole interesse è il Patio delle Donzelle, con una grande piscina rettangolare al centro circondata da giardini, chiamato così perché secondo la leggenda i mori pretendevano dai sovrani cattolici 100 vergini all’anno; la Casa de Contratación, casa del commercio, usata dai sovrani cattolici per gestire il fiorente traffico mercantile, e i Bagni di Maria Padilla, camere di raccolta dell’acqua piovana sotto il Patio del Crucero, intitolati a Maria Padilla, moglie di Pietro il Crudele e considerata simbolo di purezza in Andalusia.

Guida di Siviglia | Edifici storici a Siviglia

Scrivi

La tua email non sarà pubblicata