Tiantan Donglu, Chongwen
Beijing

Un altro dei Patrimoni Mondiali riconosciuti dall’UNESCO a Pechino. Inaugurato nel 1420 e chiamato anche Tempio Celeste, il Tempio del Paradiso (Tiantan) è considerato un tempio taoista, ed è servito a tutti gli imperatori delle dinastie Ming e Qing. Fu costruito per i riti e i sacrifici celebrati dall’imperatore per omaggiare divinità, dato che nella Cina antica egli era considerato "il figlio del cielo".

Il Tempio del Paradiso è il più grande di Pechino ed è formato da tre gruppi di edifici, ciascuno corrispondente a un diverso aspetto filosofico: la Montagna Terrestre, una piattaforma in marmo dove l’imperatore pregava per un tempo benevolo, la Casa del Signore Divino, un edificio circolare ove venivano riposti gli altari, e la Sala della preghiera per un buon raccolto, dove l’imperatore pregava per il raccolto.

L’architettura del complesso mostra diverse peculiarità: nella zona sud troviamo l’Altare Rotondo, la cui architettura è basata sul numero nove (il numero imperiale) e i suoi multipli. Un po’ più su c’è il Muro dell’Eco, un semicerchio perfetto che permette, in condizioni favorevoli, di sentire da ogni suo punto un sussurro emesso all’estremità opposta. Altrettanto singolari le Pietre dal Triplo Suono, che producono l’eco di un battito di mani una volta sulla prima pietra, due sulla seconda e tre sulla terza.

Guida di Pechino | Edifici storici e monumenti a Pechino

Scrivi

La tua email non sarà pubblicata