Tiananmen Dong, Chongwen
Beijing

Attraversando la Porta Celeste da Piazza Tienanmen si entra nella Città Proibita di Pechino, il palazzo imperiale delle dinastie Ming e Qing.
Costruita all’inizio del XV secolo, anche se la maggior parte degli edifici sono posteriori al XVIII secolo, è considerato il più antico complesso di edifici in legno ancora conservato, e per questo l’UNESCO l’ha riconosciuta come Patrimonio Mondiale dell’Umanità nel 1987.

Chiamata città proibita perché l’accesso era interdetto agli estranei alla corte imperiale, fu aperta al pubblico solo nel 1949. Oggi è un museo visitabile composto da 800 edifici dalle oltre 9.000 stanze e distribuiti su 72 ettari.

La Città Proibita è a pianta rettangolare ed è circondata da un fossato e da una muraglia di protezione. Disseminata di palazzi, giardini ed edifici religiosi, ha le sue maggiori attrattive nel Palazzo Imperiale, ossia il Palazzo della Purezza Celeste, ricco di opere d’arte e decorazioni sontuose (spettacolare la sala del trono), e nella Sala della Suprema Memoria, dove si svolgevano le cerimonie dei membri della famiglia imperiale.

Guida di Pechino | Edifici storici e monumenti a Pechino

Scrivi

La tua email non sarà pubblicata