Avenida de Mayo
Buenos Aires

L’edificazione dell’Avenida de Mayo di Buenos Aires fu iniziata nel 1894 con lo scopo di farla diventare un boulevard simile a quelli che troviamo a Parigi. Anche se il suo stile originale era l’art noveau francese, ben presto cominciarono a sentirsi le influenze spagnole portate dagli immigrati della zona, che aprirono bar e ristoranti e iniziarono a rappresentare zarzuelas (operette) nel Teatro Avenida.

Un decennio dopo, l’Avenida de Mayo era già un luogo pieno di vita, con i primi hotel di lusso, pasticcerie e caffé della città. Cuore latino di Buenos Aires, questo viale è stato la casa di personaggi come Carlos Gardel, Ortega y Gasset, Giacomo Puccini, Clemenceau, Einstein e Federico García Lorca.

Percorrendo questa strada troviamo edifici importanti come la Sede del Governo della città, in un palazzo che risale al 1902, o la Casa de la Cultura, inaugurata nel 1896 e che è stata la sede del quotidiano La Prensa. Da vedere anche l’edificio del Cabildo, che era la sede del governo coloniale e dove si ufficializzò la Rivoluzione di Maggio e il Palazzo Barolo, in stile neogotico romantico, inaugurato nel 1919.

Al numero 825 dell’Avenida de Mayo troviamo il Café Tortoni, il più antico della città, e alcuni dei bar migliori di Buenos Aires come Los 36 billares, la Confitería London City e la Confitería del Molino.

Guida di Buenos Aires | Luoghi d’interesse a Buenos Aires

Scrivi

La tua email non sarà pubblicata