Situata a 155 km, ma ben collegata con treni e autobus extraurbani, Cordova (Córdoba in spagnolo) è stata nel passato una delle grandi capitali d’Europa, e lo si può notare girando per le sue strade, soprattutto nel centro storico, dichiarato dall’UNESCO Patrimonio Mondiale dell’Umanità.

Cordoba è una città dalla storia antichissima: è stata uno dei centri principali dell’Impero Romano e la patria del filosofo Seneca e dello scrittore Lucano. Dell’epoca restano parte delle mura che cingevano la città, il Ponte Romano, un teatro, un tempio e il mausoleo.

Ricoprì poi notevole importanza anche durante il periodo bizantino e quello visigoto, ma bisogna arrivare al X secolo perché raggiunga il massimo splendore, al tempo in cui fu la capitale del Califfato di Al-Andalus, che governava quasi tutta la penisola iberica. A questo periodo risalgono la maggior parte degli edifici storici della città.

Gioiello della città è la sua favolosa Moschea (Mézquita), uno dei più mirabili esempi di architettura islamica in Spagna, riconvertita dal XIII secolo nella Cattedrale di Cordoba, con le sue splendide arcate, il minareto, il Cortile degli Aranci (Patio de los Naranjos), le strutture e le decorazioni in pietra e marmo rossi e bianchi.
Imprescindibile anche una visita alla Judería, il quartiere ebraico, e al Castello dei Re Cristiani (Alcazar de los Reyes Cristianos), fatto costruire da Alfonso X nel XIII secolo.

Guida di Siviglia | Escursioni in Andalusia