Puerta del Sol/ Plaza Mayor
Madrid

La Plaza Mayor (Piazza Maggiore), progettata nel 1619 da Juan Gómez de Mora, era famosa già nei secoli scorsi per i numerosi processi dell’Inquisizione e per quelli di canonizzazione dei santi. Qui gli abitanti della città amano passeggiare di domenica mentre i turisti si soffermano spesso sugli originali affreschi di uno tra gli edifici più importanti, la Casa de la Panaderia, la panetteria più antica di tutta Madrid.

La Puerta del Sol (Porta del Sole), originariamente porta di accesso al recinto murato della città, è senza dubbio il centro della vita cittadina. Il suo nome si deve al fatto che la porta guarda a Oriente. I primi edifici della piazza risalgono al 1560, ma solo nel 1768, con la costruzione della Casa de Correos, l’edificio delle poste, si creano le basi urbanistiche della zona. Nel 1847 tale edificio diventa sede del Ministero del Governo e, dopo 5 anni, viene ordinata la ristrutturazione della piazza. La Puerta del Sol è stata testimone di fatti storici come la battaglia di resistenza del 2 maggio 1808 contro le truppe napoleoniche o la proclamazione della Costituzione Spagnola nel 1812.

Qui si trova il “chilometro zero”, ossia il punto da cui vengono calcolate tutte le distanze con le altre città spagnole, essendo considerato il centro geografico della stessa Spagna. Sempre in questa piazza si trova una tra le statue-simbolo della capitale, la rappresentazione di un orso che morde un corbezzolo. Al centro di quest’immensa piazza si festeggia il famoso Capodanno di Madrid: quando dall’orologio, collocato sopra la Casa de Correos, scoccano i dodici rintocchi che segnano l’inizio del nuovo anno ogni madrileno divora velocemente dodici chicchi d’uva augurandosi fortuna e salute per l’anno che sta arrivando.

Guida di Madrid

Scrivi

La tua email non sarà pubblicata