Calle Ribera de Curtidores, s/n
Madrid

Il Mercato del Rastro, che ha luogo nel quartiere Latina, deve il suo nome al rastro (scia) che lasciava il sangue delle bestie uccise nei mattatoi che un tempo erano presenti in questa zona della capitale. Gli articoli tipici del Rastro sono stranezze e oggetti antichi ormai in disuso; la particolarità più suggestiva è forse l’incredibile mescolanza di razze ed etnie che popolano il mercato, sia tra i visitanti che tra i venditori ambulanti. Il mercato inizia sulla via chiamata Ribera de Curtidores (dove si trovano bancarelle d’artigianato, vestiti nuovi ed antiquariato), segue per San Cayetano, l’angolo degli artisti, mentre nella Plaza del General Vara del Rey si trovano i vestiti di seconda mano e i mobili. Il centro del mercato si trova nella Plaza de Cascorro e si estende fino all’Explanada del Campillo del Mundo Nuevo, dove si vendono tessuti, pelli e dischi.
Ogni turista approfitta della visita al mercato per assaggiare qualcuna delle tapas tradizionali verso l’ora di pranzo. Infine una curiosità: nel 1982 il regista Almodovar girò proprio nel Rastro una delle sue opere prime, Laberinto de pasiones (Labirinto di passioni).

Guida di Madrid

Scrivi

La tua email non sarà pubblicata