Fatima dista circa 120 km da Lisbona ed è facile raggiungerla in poco più di un’ora di treno dalla stazione Gare do Oriente o con uno dei tanti pullman turistici che ogni giorno partono dalla Rodoviaria.

La cittadina è famosa nel mondo cattolico dal 13 maggio 1917, giorno dell’apparizione della Madonna a tre pastorelli: Lucia, che diventò suora carmelitana scalza e morì nel 2005 all’età di 98 anni, e i suoi due cuginetti Francisco e Giacinta, morti qualche anno dopo l’apparizione.

Le apparizioni furono in totale 6, nelle quali la Vergine Maria rivolse ai fanciulli messaggi per l’intera umanità, che sarebbe andata incontro ad anni di guerre e disgrazie.

In onore delle apparizioni della Vergine, venne eretto un Santuario, la cui costruzione durò più di 30 anni e terminò nel 1951. È un bell’esempio di stile neoclassico che sia affaccia su un enorme piazzale delimitato da una galleria che ricorda Piazza San Pietro in Vaticano.
In località Cova da Iria, luogo esatto delle apparizioni, si trova la Capela das Aparições, la Cappella delle Apparizioni, con una statua della Madonna nella cui corona si vede la pallottola dell’attentato al Papa del 1981. Nelle vicinanze si trova anche la Casa dos Pastorinhos, la casa natale dei tre pastorelli.

Altri luoghi legati alle apparizioni sono: il Valdinhos, la località Loca do Anjo, la Via del Calvario di Fatima.

Il cosiddetto ‘terzo segreto di Fatima’, che la suora aveva riferito già al Vaticano nel 1943, fu svelato, invece, solo nel 2000 durante la cerimonia di beatificazione degli altri due pastorelli e riguarda la fine della prima guerra mondiale e l’inizio della seconda e le persecuzioni che i cristiani avrebbero subito nel XX secolo, fino all’attentato a Papa Giovanni Paolo II nel 1981.

Guida di Lisbona | Escursioni in Portogallo

Scrivi

La tua email non sarà pubblicata