Offerte voli per Atene | Offerte voli per Mosca

Pasqua ortodossa 2014: 20 aprile

La data della Pasqua ortodossa non coincide con quella della Pasqua cattolica, dato che la chiesa ortodossa segue il calendario giuliano e non quello gregoriano, anche se a volte le due festività cadono nello stesso giorno.
La Pasqua ortodossa cade la domenica che segue la prima luna nuova dall’equinozio di primavera.

Per la chiesa ortodossa è la festa più importante, che si trascorre in famiglia e con gli amici, mentre durante l’intera settimana santa si hanno celebrazioni speciali.
In Grecia il Sabato Santo si tiene la processione, poi la messa di mezzanotte, durante la quale il sacerdote (pope) bussa tre volte alla porta maggiore della chiesa e annuncia la resurrezione di Cristo. Si canta un inno alla resurrezione e si lanciano foglie d’alloro. I fedeli tengono in mano delle candele che devono portare accese fino a casa.

La domenica di Pasqua si celebra con un pranzo in famiglia in uno spazio verde, in giardino o in un prato, si mangia l’agnello alla barbecue e si festeggia con canti e balli.

In Grecia è usanza mangiare le uova dipinte di rosso, dopo averle battute con l’uovo del vicino e aver pronunciato delle frasi rituali senza che l’uovo si rompa.

Negli ex paesi sovietici il venerdì santo si fa benedire in chiesa il dolce tipico di Pasqua, il Pashk, molto simile al nostro panettone, dal sapore di anice ma senza canditi e uvetta.

Data della Pasqua cristiano-ortodossa secondo il calendario giuliano

Data della Pasqua Ortodossa 2015: 12 Aprile
Data della Pasqua Ortodossa 2016: 01 Maggio
Data della Pasqua Ortodossa 2015: 12 Aprile
Data della Pasqua Ortodossa 2016: 18 Aprile
Data della Pasqua Ortodossa 2017: 3 Aprile
Data della Pasqua Ortodossa 2018: 26 Marzo
Data della Pasqua Ortodossa 2019: 15 Aprile
Data della Pasqua Ortodossa 2020: 06 Aprile
Data della Pasqua Ortodossa 2021: 19 Aprile 

5 Risposte

  1. Anonimo

    Anche in Romania, il Sabato Santo si tiene la processione, poi la messa di mezzanotte, con le stesse usanze, incluse le candele, che devono essere portate a casa, senza farle spegnere.
    Poi,la Domenica di Pasqua si celebra con un pranzo in famiglia, ma non obligatorio in uno spazio verde; il pranzo include le uova dipinte di rosso, ma anche di altri colori, come verde, blu, giallo, oppure dipinte, sempre artigianale, con diversi modelli;oltre le uova, il panettone fatto in casa (molto simile a quello italiano,con il cacao e noci), fa parte del pranzo di Pasqua, il vino rosso e l’agnello arrosto.
    Esiste anche l’usanza di scontrare le uova, pronunciando le frasi rituali, senza che l’uovo si rompa.

    Rispondi
  2. Anonimo

    buona pasqua a tutti i rumeni in italia al mio amore alessia un bacio e un abbraccio forte dalla tua nonna FRANCA E BABBO MIKI

    Rispondi

Scrivi

La tua email non sarà pubblicata