Festa della Repubblica Italiana: 2 giugno 2015

Storia della Festa della Repubblica Italiana

La Festa della Repubblica Italiana ebbe origine nel 1949, tre anni dopo il referendum popolare che il 2 e 3 giugno 1946 diede scelse la forma di governo repubblicana invece della monarchia costituzionale, con 12.717.923 voti contro 10.719.284.

La festività fu abolita nel 1977 (per evitare una giornata di lavoro persa, vista la congiuntura economica negativa del periodo) ma é tornata vigente nel 2001, grazie all’impegno personale dell’ex presidente della repubblica Carlo Azeglio Ciampi.

Eventi della Festa della Repubblica Italiana

L’elemento centrale delle celebrazioni, dopo la deposizione della corona d’alloro presso il Monumento al Milite Ignoto a Roma da parte del Presidente della Repubblica, è la parata militare, a cui partecipano tutte le Forze Armate, i Vigili del Fuoco, la Croce Rossa e rappresentanti della NATO e dell’Unione Europea.
Nel pomeriggio vengono aperti al pubblico i giardini del Quirinale, dove si esibiscono le bande musicali dell’Esercito Italiano, della Marina Militare Italiana, della Guardia di Finanza, dell’Aeronautica Militare Italiana, del Corpo di Polizia Penitenziaria,del Corpo Forestale dello Stato, della Polizia di Stato e dell’Arma dei Carabinieri.

Se cerchi un hotel per assistere alla parata di Roma del 2 giugno, clicca qui.

Calendario data Festa della Repubblica Italiana

Festa della Repubblica Italiana 2015: martedì 2 giugno
Festa della Repubblica Italiana 2016: giovedì 2 giugno
Festa della Repubblica Italiana 2017: venerdì 2 giugno
Festa della Repubblica Italiana 2018: sabato 2 giugno

Guida d’Italia