“Don’t cry for me Argentina”, cantata da Eva Perón nel musical “Evita” è la canzone più famosa che nomina questo grande paese sudamericano. Una figura emblematica per l’Argentina, che vanta una storia travagliata e una grande tradizione culturale, culla del tango, patria di grandi scrittori come Jorge Luís Borges e famosa per i tanti teatri delle sue città principali, tra cui la raffinata e vibrante capitale Buenos Aires, Mendoza, Rosario e Cordoba.

Anticamente abitata da diverse popolazioni precolombiane, l’Argentina è passata sotto la dominazione spagnola nel XVI secolo, per poi diventare indipendente nel 1816. Dichiarata in seguito repubblica, tra il XIX e il XX secolo vive momenti di grande crescita economica che l’hanno resa meta dell’emigrazione europea, soprattutto italiana.

La ricchezza dei suoi paesaggi la rende una delle mete più interessanti per un viaggio con più tappe: oltre alle sue grandi e ricche città, il panorama argentino spazia dalle alte vette della Cordigliera delle Ande, a nord ovest del paese alle sterminata Pampa nel centro fino alla Patagonia, una regione mitica che rappresenta un mondo a parte nella geografia mondiale. Si estende dal sud del paese fino all’Antartide, sospesa tra le Ande, gli altipiani, i laghi e i ghiacciai e termina a sud con la Terra del Fuoco, dove montagne e mare si incontrano in uno scenario mozzafiato. Da non dimenticare, poi, le spiagge da sogno della regione de La Plata, nel nord dell’Argentina.

L’Argentina è terra di passioni forti, un viaggio attraverso i suoi paesaggi, la cultura e le sue città lascia un ricordo indelebile in chiunque.